La storia del grande Sci a Milano

Il racconto della passione e del contributo di dirigenti, atleti, sportivi, appassionati e amici nella gloriosa avventura degli sport invernali.

Vedi le persone che hanno fatto la storia

Al centro della storia federale La storia del grande Sci a Milano

Nell’epoca dei più grandi campioni azzurri il grande apporto dell’esperienza lombarda. Per vent’anni e per tutta la vita Egidio Vido ha offerto un contributo inestimabile di competenze e generosità.

La forza dei Comitati regionali e provinciali La storia del grande Sci a Milano

Fondamentale il ruolo di Milano negli anni dello crescita del movimento. Con Giuseppe Cellario dirigente esemplare per passione, indimenticabile presenza dello sviluppo federale.

Tante stagioni leggendarie La storia del grande Sci a Milano

Azzurre e Azzurri dominano la scena internazionale. Le discipline FISI crescono. Arrigo Gattai è il Presidente di un periodo straordinario. Poi capo supremo dello Sport italiano.

Gli anni del Boom La storia del grande Sci a Milano

Con l’evoluzione della tecnica e lo sviluppo del turismo inizia una nuova era. Omero Vaghi prende le redini della FISI e dei suoi campionissimi, raccogliendo Coppe e medaglie preziose.

Il segno della dinastia La storia del grande Sci a Milano

Dalla fondazione ci fu una rapida successione di Presidenti. Il 5° fu Alberto Bonacossa, fratello del fondatore Aldo, grande atleta polivalente, guida illuminata di tante discipline.

Il Primo Presidente La storia del grande Sci a Milano

La FISI celebra il 100° anno della sua fondazione a Milano. Aldo Bonacossa, fotografo, esploratore, alpinista e pioniere dello sci e dello sci alpinismo divenne il primo Presidente.

Una passione centenaria La storia del grande Sci a Milano

Molti dirigenti milanesi nel tempo sono stati fondamentali per la Fisi. Per i 100 anni e in vista di Milano Cortina 2026 desideriamo ricordarli e conoscerli meglio.

Buon 100° anniversario Fisi! La storia del grande Sci a Milano

Milano e il suo territorio sono stati molto importanti per lo sviluppo e i successi della Federazione. Con orgoglio, incominciamo il racconto di un passato tanto illustre e valoroso.